Traduttore

mercoledì 27 aprile 2016

Le Fragole

Sono i migliori antinfiammatori. Mangiarle con regolarità disinfiamma le articolazioni, fluidifica e depura il sangue, combattendo l'astenia (indebolimento delle funzioni di un organo) e stanchezza fisica. Sono considerate come un potente antiossidante, addirittura più del kiwi, delle arance e dell'uva rossa. Per questo, la fragola è stata inserita nella speciale classifica scritta dal U.S.D.A. (Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti) tra gli alimenti antinfiammatori che mantengono giovani l'organismo. Perchè mangiarle? Le fragole alleggeriscono il sangue dalle scorie acide, sono remineralizzanti allo stato genuino (senza concimi chimici e pesticidi), sono diuretiche perchè diminuiscono l'acido urico delle urine e sono un forte alcalinizzante del sangue. Aiutano a depurare il plasma dalle tossine acide e a rinforzare l'attività degli antiossidanti, e le difese naturali. Sono ricche di vitamina C (54 mg per 100 grammi di fragole), che fortifica le difese immunitarie e facilita l'assorbimento del ferro, cambiandolo in uno stato più facilmente assimilabile dall'organismo. La fragola è una miniera di fibre alimentari che favorisce la sensazione di pienezza dello stomaco e regolarizza l'assorbimento dei carboidrati, aiutando a mantenere equilibrato il livello degli zuccheri nel sangue. Inoltre contengono lo xilitolo, uno zucchero che protegge denti e smalto.  

mercoledì 20 aprile 2016

Le Vitamine

Sono indispensabili per la salute, agiscono come dei catalizzatori, ossia eseguono un'attività essenziale di appoggio all'azione degli enzimi per produrre le reazioni chimiche necessarie alla vita e sono fondamentali al normale svolgimento dei sviluppi metabolici dell'organismo. Ci sono vitamine che hanno anche una funzione antiossidante e proteggono l'organismo dalle sostanze dannose per le cellule, come ad esempio i radicali liberi. Intervengono nella regolazione degli ormoni, nella crescita delle ossa, capelli e denti inoltre, sono necessarie, per il corretto funzionamento degli occhi, del sistema nervoso e per il controllo del peso. Si è sempre saputo che un'alimentazione equilibrata è il segreto per dare all'organismo tutto ciò di cui ha bisogno. Purtroppo il corpo ne produce poche di vitamine, fra queste c'è la vitamina D, le altre vanno assunte attraverso l'alimentazione. Al contrario dell'uomo, i vegetali sono capaci a produrre autonomamente le vitamine infatti, è per questo che ne sono una fonte ricchissima: ottimo motivo per consumare sempre frutta e verdura nell'alimentazione giornaliera. Alcune vitamine come la A (carotenoidi) si ricavano da altre sostanze chiamate "provitamine". L'organismo elabora le "provitamine" ingerite, attraverso i cibi, e le cambia in vitamine attive. Come attivarle? Con acqua o grassi? E' bene fare un'importante distinzione anche per una migliore assimilazione nell'organismo, classificandole in vitamine idrosolubili e liposolubili:

  • Le idrosolubili sono la vitamina C e quelle del gruppo B. Sono solubili in acqua e non si ammassano nell'organismo perchè si disperdono per mezzo dei reni. Il rischio di un eccessivo dosaggio è bassissimo. 
  • Le liposolubili sono la vitamina A, la D, la E e la K. Si assimilano meglio se vengono assunte con un grasso (olio di oliva). Questo gruppo di vitamine non si eliminana con le urine, ma rimane accumulato nell'organismo per lungo tempo. Un dosaggio eccessivo può essere tossico.                                                                                                                           

martedì 12 aprile 2016

Il Mandorlo

Simbolo di speranza nella mitologia greca, i frutti del mandorlo sono squisiti e benefici, ideali per evitare i cali energetici e per fare il pieno di minerali. Considerati gli integratori naturali, i frutti del mandorlo hanno moltissimi grassi buoni, vitamine (in particolare la B, la C e la vitamina E), i minerali (in particolare il calcio e il magnesio che, insieme alle fibre e polifenoli, formano un vero e proprio antidoto alla stanchezza primaverile). Si possono ritenere un ottimo spuntino energetico, specialmente se vengono abbinati a una spremuta d'arancia, che aiuta a sfruttare al meglio i suoi principi attivi. I frutti di mandorlo sono ottimi anche in cucina, provate a frullarli insieme al prezzemolo oppure con la rucola e un pizzico di sale, ne viene fuori una salsa ottima per condire la pasta, le verdure e il riso. Esiste anche il mandorlo selvatico o amaro (Prunus dulcis amara), utilizzato solo in farmacia e in profumeria, perchè i suoi frutti hanno l'amigdalina, una glicoside (composto chimico) che libera i composti tossici dannosi all'organismo.

giovedì 7 aprile 2016

Burro

I grassi buoni contenuti nel burro favoriscono l'assorbimento della vitamina A. Quando si acquista il burro, bisogna leggere bene l'etichetta, quello migliore è senza additivi, aromi e coloranti artificiali. Colpevolizzato per lungo tempo perchè veniva considerato troppo grasso e dannoso alla salute ora il burro si sta riscattando, da parte dei nutrizionisti, grazie ai nutrienti che ha. E' un concentrato di latte con tutte le sue preziose proprietà che il latte offre. I grassi buoni del burro sono digeribili e regolano l'assorbimento di alcune vitamine liposolubili (A, D, E, K) necessarie per il nostro organismo. Ad esempio, la vitamina A contrasta le infezioni ed è un toccasana per la vista e protegge le mucose. La vitamina D rinforza le ossa e i denti, ha un'attività preventiva nei confronti del cancro. L'importante è scegliere un burro di qualità, non bisogna superare i 20 grammi al giorno ed è meglio consumarlo crudo. 

martedì 5 aprile 2016

Brioche vegane

La maggior parte dei prodotti vegani come le brioche vegane è ricca di grassi acidi trans provenienti dalla raffinazione o dalla idrogenazione. Essi, sono dei processi industriali che trasformano il tipo di grasso facendolo diventare nocivo per la nostra salute. Le brioche vegane sono dei prodotti realizzati con i grassi raffinati idrogenanti o i grassi vegetali di scarsa qualità (come l'olio di palma) e non sono consigliabili per un regime alimentare equilibrato ma, se proprio si volessero consumare, meglio leggere attentamente le etichette per verificare che non ci siano questo tipo di sostanze. In conclusione le brioche vegane, per una alimentazione equilibrata, sono una scelta sana? Diciamo di "NO!"