venerdì 25 novembre 2016

Colesterolo e la dieta

Il colesterolo deve essere fra 70 e 100, è decisiva la dieta. Quello cattivo "LDL", deve rimanere nei valori più bassi possibili (ne trae vantaggio la salute). Sono questi gli estratti delle nuove linee guida presentati al congresso della Società Europea di Cardiologia a Roma. I risultati finali sono stati elaborati analizzando l'elevata mortalità, a causa di malattie cardiovascolari per la quale il colesterolo è uno dei principali fattori di rischio. Prima di queste verifiche, si tendeva a dare i farmaci anticolesterolo solo in caso di valori superiori ai 190 mg per decilitro. Adesso invece la soglia è diminuita e va dai 70 ai 100 mg per decilitro. Per conservare questi valori nel sangue, l'alimentazione è importantissima. La dieta deve essere concentrata su questi alimenti: cereali integrali, legumi e molte verdure di stagione, pesce azzurro, olio extravergine a crudo (per condimento) e prodotti a base di soia (tofu, tempeh, latte di soia). Sono eccellenti anche il daikon (ravanello cinese) da utilizzare nelle zuppe e minestre, i funghi shiitake gustosi nel risotto e nelle minestre. Bisogna diminuire o in alcuni casi, eliminare i grassi saturi come i formaggi, il burro, la margarine, tutte le carni rosse (bovino adulto e manzo), i salumi e le carni in scatola. 

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog