Traduttore

martedì 24 aprile 2018

Vitamina B5 e B6

La vitamina B5, ossia l'acido pantotenico è un vero bruciagrassi naturale perchè stimola la lipolisi, cioè la demolizione delle cellule adipose. Questa vitamina è adatta per coloro che hanno fretta di togliere quei due o tre chili di troppo presi durante le feste. Gli effetti positivi della vitamina B5 si rispecchiano sulla linea, perchè l'acido pantotenico sblocca le riserve di grasso, ma si possono notare effetti benefici anche per l'umore. La vitamina B5 si concentra soprattutto nel cervello, dove si trasforma di acetilcolina, un neurotrasmettitore che aumenta la sensazione di benessere, diminuendo il bisogno di ricorrere a mangiare cibo per consolarsi. Integrare la vitamina B5 nell'alimentazione giornaliera è molto semplice, basta mangiare 70-80 grammi di funghi champignon che ne sono ricchissimi, o in 30 grammi di noci al giorno. Anche un tuorlo d'uovo soddisfa la maggior parte del fabbisogno giornaliero di vitamina B5, il resto si trova facilmente nei cereali integrali. 
Chi ha l'abitudine di mangiare parecchi dolci, la vitamina B6 (piridossina) può sicuramente aiutare il metabolismo a non rallentare, è senz'altro preziosa perchè permette di trasformare dolci e dessert in energia da far bruciare ai muscoli. Questa vitamina consente anche di contrastare quei cali di energia che portano a un desiderio maggiore di zuccheri e a una tendenza del corpo ad accumularli. La vitamina B6, trasforma il nutrimento in massa magra (è infatti coinvolta nel metabolismo delle proteine che aumentano i muscoli a discapito del grasso) e la piridossina, è essenziale per tonificare il corpo e non perdere la massa muscolare durante una dieta. Il fabbisogno giornaliero della vitamina B6 lo si può trovare nei pistacchi non salati (ne bastano 5-6), negli spinaci, nelle banane e nel petto di pollo.  

mercoledì 18 aprile 2018

Burro Naturale di Soia

Ingredienti:
  • 100 ml di olio extravergine di oliva
  • 50 grammi di latte di soia biologico senza zucchero aggiunto
  • sale (quanto basta)
  • limone (qualche goccia)
Preparazione: frullare l'olio, il latte di soia, il sale e alcune gocce di limone fino a ottenere un composto cremoso e uniforme. Si conserva in frigorifero, possibilmente in un contenitore di vetro, per 3 - 4 giorni. 



martedì 17 aprile 2018

Vitamina B3

La vitamina B3 (niacina) aiuta gli organi emuntori (fegato, reni, intestino) messi a dura prova tra Dicembre e Gennaio a un superlavoro, nel spazzare via le tossine. Per di più agevola il trasporto dell'ossigeno ai tessuti e aiuta a diminuire la ritenzione idrica e i ristagni, facilitati da piatti molto conditi e dai salumi. Ripulendo a fondo l'organismo, la niacina migliora anche la digestione e l'attività intestinale, sgonfiando la pancia. Per avere il giusto apporto giornaliero di vitamina B3 (niacina), bisogna inserire nell'alimentazione il lievito di birra in scaglie (non è quello che si utilizza per la lievitazione di pane e pizza, lo si compra nei negozi di alimentazione naturale). La niacina si trova anche nel latte, nelle mandorle e nel pesce spada.

martedì 10 aprile 2018

Vitamina B1

Da inizio anno si pensa di mettersi a dieta. Nelle vitamine del gruppo B si trovano delle preziose alleate per tenere a freno la fame e trarre il meglio per quanto riguarda il peso corporeo. Le vitamine del gruppo B sono eccellenti per alzare il senso di sazietà, risollevando anche il tono dell'umore, e calmando il bisogno di cibo che non viene dalle necessità fisiche, ma da ansia, noia o stress. In questo caso è adatta la vitamina B1, detta anche tiamina, necessaria nel regime alimentare se si tende a mangiucchiare in ogni istante della giornata. La tiamina nutre le cellule nervose perchè interviene nello sviluppo di trasformazione dei carboidrati in glucosio, il nutrimento primario per il cervello. I neuroni non prendono energia da grassi e proteine, come fanno le altre cellule del corpo, ma solo dagli zuccheri ricavati dalla pasta e dal pane. Quando nell'organismo scarseggia la vitamina B1, arriva meno glucosio al cervello e, oltre ad aumentare il nervosismo e malumore, cresce anche la fame di dolci, elemento in grado di mettere a repentaglio qualsiasi dieta. Bastano 60 grammi di piselli per assicurarsi il fabbisogno giornaliero di vitamina B1. Altri alimenti nella quale si trova la vitamina B1 sono: la farina di grano integrale, l'avena, il riso, il grano saraceno, il salmone, il prosciutto di Parma e i semi di girasole.