Traduttore

sabato 20 ottobre 2018

Gallette, cracker e grissini sono definiti i sostituti del pane, ma sono davvero light?


    Gallette - definite un aiuto per contrastare i gonfiori addominali, negli ultimi anni sono entrate nelle abitudini alimentari di tutti. Prodotte con cereali soffiati, diminuiscono il rischio di gonfiori addominali che possono comparire mangiando il pane. Le gallette più conosciute sono quelle di riso ma, oggi esistono quelle fatte con ogni tipo di cereale. Una buona regola è quella di acquistare gallette diverse ogni volta che si ha voglia di mangiarle. Ad esempio si possono provare a mangiare le gallette di farro, hanno molte fibre (10 grammi su ogni etto di gallette) e una buona parte di proteine (13 grammi su ogni etto di gallette). Come ottima alternativa ci sono le gallette di grano khorasan (18 grammi di proteine) o quelle di grano saraceno. Bisogna ricordare che le gallette, anche se risultano leggere, raffigurano nel pasto, una parte di carboidrati; meglio non associarle alla pasta o al riso.   

La guida giusta per dimagrire

Segui questi semplici consigli guida, per aumentare l'energia dimagrante.
E' giunto il momento di far crescere la velocità (metabolismo) con la quale l'organismo toglie i grassi:
  • I 4 nemici dell'autostima - bisogna saper riconoscere chi ostacola la nostra voglia di essere diversi. Senza zavorre (ostacoli) si va più in fretta. Ecco perchè per dimagrire, la prima cosa da fare è "neutralizzare" chi (anche in buona fede) costituisce un freno al nostro desiderio di cambiare.
  • Impara i segreti dell'Ayurveda - l'antica medicina indiana è un ottimo aiuto a riequilibrare l'alimentazione. Una conoscenza antica, una dieta naturale, formata da vegetali, spezie ed erbe per un'alimentazione più equilibrata con le reali esigenze del fisico.
  • Usiamo la forza nutrizionale della vitamina C - fa bruciare di più le calorie, diminuisce la pancia e tonifica i muscoli. La vitamina C è la marcia in più che serve al metabolismo per riassumere quelle molecole che bruciano i grassi. La sua energia toglierà i chili di troppo (in particolare sulla pancia), diminuirà i ristagni dei liquidi accumulati e darà tono a tutto il fisico.
  • Ripensiamo alla cena - questo risulta il pasto più ingrassante! Applicando semplici modifiche, la cena può diventare light. Quando si vuole dimagrire, una delle chiavi importanti è quella di diminuire le calorie della cena, perchè risulta essere il pasto con la quale si rischia di accumulare più peso.



Merendine e dolci bio sono sempre più sani?

Normalmente sono preparati con ingredienti sicuri e genuini, ma bisogna fare attenzione perchè a volte risultano molto dolci, molto grassi e contengono i conservanti. Le merendine bio sono, la maggior parte delle volte, preparate con ingredienti ricercati, come le farine integrali e i cereali diversi dal grano, con lo zucchero di canna, i malti, gli sciroppi naturali e sono arricchite di fibre benefiche. Molte volte sia le merendine sia i dolci bio sono senza glutine, latte, uova, adatti ai vegani, ai celiaci, agli intolleranti al lattosio o alle uova. Non si trova nè OGM, nè grassi idrogenati nei prodotti dolciari biologici infatti, sia l'OGM sia i grassi idrogenanti sono vietati dal disciplinare del biologico (Consorzio Fitosanitario Provinciale). Le merendine e i dolci bio hanno ingredienti naturali, essendo sempre ecologici. Ognuna delle loro componenti è prodotta senza l'aiuto della chimica e nel rispetto dell'ambiente, dei suoli e delle acque. Il biologico, ha meno additivi (sostanze artificiali) e tutti naturali. Proprio per questa ragione i prodotti bio hanno date di scadenza più ravvicinate! 

I Pistacchi

Gustosi e ottimi da mangiare, i pistacchi sono anche un alimento ricco di preziose sostanze nutritive, in modo particolare sono consigliati quando serve più energia e micronutrienti, come ad esempio dopo aver praticato dello sport, in convalescenza o in periodi di stress. I pistacchi hanno proteine (20 grammi per 100 grammi di prodotto), grassi insaturi e fibre. E poi apportano il triptofano, un precursore della serotonina, famosa anche come neurotrasmettitore del buonumore. Ecco perchè i pistacchi sarebbero in grado di sostenere il tono dell'umore. 

La Trofologia


Mi sono sempre fatta questa domanda: quello che mangio (il cibo) di cosa è fatto? Documentandomi su varie riviste ho finalmente trovato la risposta alla mia domanda che voglio condividere con tutti voi. La scienza che riguarda l'alimentazione si chiama Trofologia. E' una disciplina naturale, da posizionare tra la medicina e la biochimica che tenta, con criteri scientifici, di definire i sviluppi digestivi e metabolici, ossia studia gli alimenti in relazione all'organismo che se ne nutre. Tutto questo è interessante! La ricerca continua infatti, leggo che la Trofologia è diversa dalla medicina tradizionale perchè parte dal presupposto che l'organismo tende di sua spontaneità, ad avere un esemplare equilibrio organico che noi possiamo aiutarlo con l'alimentazione naturale corretta. Adesso capisco perchè i medici si raccomandano di mangiare poco e bene, in particolare gli alimenti naturali! Alimenti differenti, nella Trofologia, vengono studiati e classificati in base ai valori nutrizionali che essi contengono e i singoli cibi, sono presi in considerazione non solo dal punto di vista nutrizionale, ma anche come procedimento di prevenzione per la salute fisica. In poche parole, i cibi possono migliorare la salute e prevenire varie malattie.